Credo nella floricoltura sostenibile

“Comincerà presto un’epoca in cui saranno più importanti lo spirito, la bellezza, la cultura. Che sono poi le grandi ricchezze del nostro Paese”

Franco Battiato

Credo nella floricoltura sostenibile

Il fratello Michele ricorda così Franco Battiato: “Cercava bellezza ed essenzialità e in tutto questo ci metteva anche una grande umiltà”.

Queste parole mi hanno particolarmente colpita perché indagare la bellezza essenziale, quella che scaturisce da una profonda ricerca interiore, è il motivo che mi spinge ogni giorno a continuare nella pratica della Via dei Fiori.

C’è sicuramente una dimensione spirituale nell’Ikebana che da sempre mi attrae e mi affascina. Ma, d’altro canto, questa disciplina mi coinvolge anche perché mi offre l’opportunità di affrontare temi a me cari e decisamente più terreni.

Tra questi, quello della floricoltura sostenibile.

La presa di coscienza delle problematiche ambientali ci ha portato alla consapevolezza della fondamentale importanza di promuovere lo sviluppo sostenibile per garantire un futuro al nostro pianeta.

Tuttavia di floricoltura sostenibile si parla ancora troppo poco, specialmente in Italia. Eppure il mercato dei fiori è florido e redditizio in tutti i paesi avanzati, sia in Occidente che in Oriente. In Italia questo settore rappresenta ben il 5% della produzione agricola totale.

Che cosa fare per promuovere la floricoltura sostenibile? Ne ho parlato in questo video che trovi nel mio neonato canale Youtube.

Nei prossimi mesi ho in programma d’intervistare vivaisti e coltivatori di fiori che aderiscono al movimento “Slow flowers” e ti aggiornerò sugli sviluppi di questo mio progetto.

Intanto, domenica prossima, sarò ospite dell’Azienda vivaistica Jenny Green, specializzata in coltivazione di piante aromatiche, in occasione dell’edizione 2021 di “Per Corti e Cascine”.

Antonella, titolare dell’azienda, è una mia cara amica, una persona speciale, con un grande cuore e un’anima raffinata. La sua storia la trovi raccontata con la sua voce in un podcast che puoi ascoltare qui.

Sarà una bella occasione per passeggiare tra i filari di lavanda (la foto in copertina è stata scattata in azienda), ammirare le piante del vivaio e quelle del giardino-orto medievale. Sarà soprattutto una giornata rilassante e piacevole; non vedo l’ora che Antonella mi racconti i suoi nuovi progetti!

Studio Spazio Bianco

© 2021 Studio Spazio Bianco

Presso Associazione R84, Strada Privata Ville ICIP, 4
Palazzina 27 – Mantova (MN) Italia

Part.IVA 02611160207
Tel. +39 335 6423055 – info@studiospaziobianco.it

Privacy Policy  |  Cookie Policy