1961_krefeld_6

L’esperienza umana è di una vasta e quasi indescrivibile portata. Alcuni non possono entrare, come fossero impediti da un muro invisibile.  Spesso le persone restano dentro per ore senza dire una parola, e alcuni tremano o cominciano a piangere.

Yves Klein

Le Vide (Il Vuoto). 28 aprile 1958. Galleria Iris Clert di Parigi.

Yves Klein dipinse di bianco questa piccola galleria di soli 20m². La stanza, completamente vuota, venne visitata da più di 3000 persone.

Un luogo vuoto, la cui nudità offriva agli spettatori l’esperienza di vivere uno spazio dalle infinite possibilità. Il vuoto per immergersi in se stessi. Il vuoto capace di suscitare forti emozioni.  L’obiettivo di Klein era quello di creare “zone di sensibilità pittorica” attraverso l’immateriale.

Albert Camus scrisse sul registro dei visitatori: “Con il vuoto, pieni poteri”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Studio Spazio Bianco

© 2019 Studio Spazio Bianco

Presso Associazione R84, Strada Privata Ville ICIP, 4
Palazzina 27 – Mantova (MN) Italia

Part.IVA 02611160207
Tel. +39 335 6423055 – info@studiospaziobianco.it

Privacy Policy  |  Cookie Policy