mulas-ritrae-lucio-fontana

Lucio Fontana fotografato da Ugo Mulas nel 1965.

Lucio Fontana raccontava di quando gli fece visita un amico chirurgo e gli disse che i tagli sulla tela era capace di farli anche lui. Fontana rispose: “Anch’io sono capace di tagliare una gamba, ma so che poi il paziente morirà. Se la taglia una chirurgo, la faccenda è diversa, fondamentalmente diversa”.

Al suo amico e fotografo Ugo Mulas disse: “Non è che entro in studio, mi levo la giacca, e trac! faccio tre o quattro tagli. No, a volte, la tela, la lascio là appesa per delle settimane prima di essere sicuro di cosa farne, e solo quando mi sento sicuro, parto, ed è raro che sciupi una tela; devo proprio sentirmi in forma per fare queste cose”. E Mulas commenta: “Forse proprio per questa concentrazione e aspettativa concettuale Fontana ha chiamato i suoi quadri di tagli “attese”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Studio Spazio Bianco

© 2019 Studio Spazio Bianco

Presso Associazione R84, Strada Privata Ville ICIP, 4
Palazzina 27 – Mantova (MN) Italia

Part.IVA 02611160207
Tel. +39 335 6423055 – info@studiospaziobianco.it

Privacy Policy  |  Cookie Policy